Mamma&Lavoro

Le mamme di oggi, il lavoro e la vita di ogni giorno

Il logo del portale mammaelavoro.it
Stacks Image 21804
Stacks Image 21805
Stacks Image 21806
Stacks Image 21807


"IL PEDIATRA RISPONDE: FARMACI DA PORTARE IN VACANZA"

pediatra on-line
“In questo periodo dell’anno moltissime mamme mi chiedono consigli su quanti e quali farmaci mettere nella valigia delle vacanze. Ho quindi preparato un elenco dei “problemini” più frequenti con i relativi rimedi, che quest’anno comprendono, oltre ai farmaci allopatici tradizionali, anche dei rimedi naturali e/o omeopatici, sempre più graditi dalle mamme per la semplicità d’uso e la mancanza di effetti collaterali.
Non dimenticate i farmaci di uso abituale, una zanzariera per la protezione meccanica dei più piccoli e creme solari ad altissima protezione da utilizzare sia al mare che in montagna.
Per quanto riguarda la posologia dei rimedi naturali, si usano in genere 3 granuli alla volta: in fase acuta si possono somministrare anche ogni 15 minuti, allungando poi gli intervalli con il miglioramento dei sintomi.
Con l’augurio, ovviamente, di non averne bisogno!!”

Dott.ssa Gina Lucci

Per scaricare la piccola dispensa cliccare sull'immagine

http://www.mammaelavoro.it/mammaelavoro.it/Data/pediatra-on-line/Prontuario-farmaci.pdf


NEWSLETTER DI MAMMA & LAVORO


CORSI DI PRIMO SOCCORSO PEDIATRICO
2013

corso-primo-soccorso

Per saperne di più vai alla nostra pagina

Corsi

gina-lucci
Dott.ssa Gina Lucci, Specialista in Pediatria, Neonataologia e Patologia Neonatale, Anestesia e Rianimazione. Medico Esperto in Omeopatia, Omotossicologia e Discipline integrate. Perfezionata in Ecografia neonatale e in “Low Dose Medicine” in Pediatria.
Laureata in Medicina e Chirurgia a 25 anni con il massimo dei voti e la Lode, ha lavorato come Aiuto presso i reparti di Terapia Intensiva Neonatale della Clinica
Mangiagalli e di altri presidi dell’area milanese, interessandosi principalmente di Cardiologia e di Nutrizione. Da alcuni anni si occupa di Medicina Complementare, che le consente di affrontare nel modo meno invasivo possibile le patologie dei suoi piccoli pazienti.