Mamma&Lavoro

Le mamme di oggi, il lavoro e la vita di ogni giorno

Il logo del portale mammaelavoro.it

SPECIALE VACANZE DI MAMMA&LAVORO

Le vacanze e i bambini

Ebbene ci siamo, dopo un anno di duro lavoro sono finite le scuole e - speriamo - riusciate ad andare in vacanza. Un momento bellissimo, per stare con la vostra famiglia. Perchè però la vacanza non si trasformi in qualcosa di ancor più pesante che la quotidianità lavorativa dell’anno passato, Mamma&lavoro introduce una nuova rubrica: “Vacanze e bambini”, per godersi appieno le vacanze e non soccombere sotto di esse.... :-)

Buona lettura!!

Patrizia


VACANZE E BAMBINI :
ISTRUZIONI PER L'USO
I Parte

Vacanze-e-relax
PRIMA DOMANDA: PERCHE’ LA VACANZA?


Dopo
un anno di duro lavoro, di corse e di poco tempo per noi, la vacanza deve rappresentare un momento di relax e di godimento della nostra famiglia, con il nostro marito o compagno, i figli e le amicizie più care. Non deve essere quindi un momento di fatica extra che alla fine ci faccia dire : “ meno male che a Settembre si riparte” !!
Specialmente per le mamme metropolitane, le vacanze sono una garanzie che i nostri bambini respireranno
aria buona, faranno più movimento, e quindi, in definitiva, faranno una vita più sana.
Anche noi però, dovremo meritarci i nostri momenti di relax, potremo staccare la spina e godercela il più possibile.
Tutto questo ci servirà a rigenerarci per farci poi stare meglio.

Bambini e vacanze
MARE O MONTAGNA?


La prima domanda che spesso ci si pone è proprio questa. Mare o Montagna? Cosa è meglio per i nostri figli?


BAMBINI IN VACANZA
La puntura di medusa

puntura-di-medusa
Le Meduse: punture e rimedi.
Arriva l’estate e i nostri cuccioli (ma non solo loro) si tuffano gioiosi in mare. Ecco che a rovinarci la bella giornata ci pensano loro, le meduse.
Le meduse in questi anni hanno invaso i nostri litorali verosimilmente per
l’innalzamento della temperatura del mediterraneo sia per i cambiamenti dell’habitat marino.
Ed ecco che le meduse hanno preso il sopravvento…
Queste piccole, gelatinose palline galleggianti a fior d’acqua, sono munite di tentacoli coperti da microscopiche bollicine (nematocisti) piene di veleno che possono causare, nella migliore delle ipotesi, un intenso dolore e, in alcuni casi, come quello della medusa “vespa di mare” in Australia, la morte 
I sintomi della puntura da medusa includono bruciore, prurito, eruzioni cutanee e papule rilevate. Gli effetti successivi ad una puntura di medusa possono includere nausea, vomito, diarrea, gonfiore dei linfonodi, dolori addominali, intorpidimento / formicolio e spasmi muscolari.
Gravi reazioni allergiche possono causare difficoltà respiratorie, coma e morte.
Una puntura di una
medusa “vespa di mare” o altri tipi velenosi di meduse, può causare la morte in pochi minuti! 
Cosa fare quindi nell’immediato dopo una  puntura da medusa?
In tutti i casi di puntura di medusa come prima cosa occorre
immergere o sciacquare la zona con l’aceto per 15-30 minuti per fermare il rilascio delle tossine da parte delle nematocisti. Se non si dispone di aceto prontamente disponibile, sciacquare in acqua di mare. Non usare acqua fresca. L’acqua dolce farà sì che le nematocisti continuino a rilasciare la loro tossina. Per lo stesso motivo, non strofinare la zona, non applicare ghiaccio o acqua fredda.

Continua ...


VACANZE E BAMBINI :
VIAGGIARE ALL'ESTERO
II Parte

L

I viaggi all’estero con i propri cuccioli non rappresentano più un Tabù e, con i comfort offerti dai mezzi di trasporto di oggi, è facile raggiungere destnazioni anche molto lontane.
Tuttavia, proprio perchè siamo con loro, è importante osservare alcune semplici regole che ci aiuteranno a trascorrere una piacevole vacanza.

M&L

Le vaccinazioni ai bambini in vacanza

LE VACCINAZIONI

Quando si viaggia all'estero con i bambini occorre verificare le vaccinazioni necessarie e le destinazioni nelle quali sono diffuse alcune malattie infettive. Ad esempio la vaccinazione contro l'epatite a la vaccinazione contro il tifo sono consigliate per la maggior parte delle destinazioni asiatiche. In particolare la vaccinazione contro l'epatite A può essere effettuata già sei mesi di vita mentre la vaccinazione antitifica si può fare già da tre mesi. Se poi si intende andare in quelle aree geografiche dove la malaria è una malattia diffusa è consigliabile eseguire la profilassi (anche questo sentendo prima il pediatra)
Ecco un semplice schema da scaricare se dovete andare in paesi “ a rischio”
http://www.salute.gov.it/imgs/C_17_pubblicazioni_737_allegato.pdf

Il cibo e le bevande per i bambini

CIBI E BEVANDE

Quando si viaggia all'estero è importante porre particolare attenzione per cibi e bevande. L’igiene e la sicurezza nel cibo rappresentano una priorità soprattutto in quei paesi dove le condizioni igienico sanitarie sono inferiori e si rischiano quindi le varie forme di gastroenteriti (esempio la diarrea del viaggiatore).


VACANZE E BAMBINI :
VIAGGIARE ALL'ESTERO, I DOCUMENTI NECESSARI
III Parte

L

Tra poco partiremo per una vacanza in uno dei posti più belli del mondo ma... che documenti ci serve avere? E i nostri bambini? Quali sono i documenti necessari per il loro espatrio?
Vediamo di fare un po di chiarezza su questi punti....

M&L

Il documento per i bambini in vacanza

CARTA BIANCA: Se per il genitore basta la carta d’identità (tipicamente per i paesi dell’area Schenghen, ma va verificato caso per caso) per i figli è sufficiente la Carta Bianca ovvero un certificato contenente i dati di stato civile con fotografia autenticata per espatrio dei minori, cittadini italiani. E’ rilasciata fino a 15 anni di età ed è valida in tutti i paesi della Comunità Europea. Si richiede al comune di residenza, ma deve essere vidimata in questura. Occorre una fotografia formato tessera del bambino. la domanda firmata da entrambi i genitori e lo stato di famiglia e cittadinanza in carta semplice.
Non costa nulla ed è valida 5 anni.

Passaporto bambino

REGISTRAZIONE SU PASSAPORTO DEL GENITORE (il 25 Novembre 2009 è entrata in vigore una nuova normativa, per cui anche i minori devono avere il passaparto individuale. I passaporti in corso di validità restano comunque utilizzabili fino alla loro data di scadenza .): Solo per i minori fino a 16 anni di età ,va richiesta al Comune di residenza, ma è rilasciata dalla questura. Per i bambini sotto i 10 anni è sufficiente lo stato di famiglia e di cittadinanza in bollo. Per i ragazzi dai 10 ai 16 anni occorrono anche due fotografie, di cui una autenticata in bollo. La domanda deve essere firmata da entrambi i genitori. Ha valida cinque anni, salvo scadenza del passaporto del genitore .
Ripetiamo, questo vale solo per i passaporti rilasciati entro in 25 Novembre 2009. Dopo questa data è necessario il passaporto individuale. Inoltre è sempre necessario il passaporto individuale per andare negli USA.


NEWSLETTER DI MAMMA & LAVORO